Piccola Guida: PARIGI/2

NEWS - Blog - 10 Ott 2017

Pare che esista questa sindrome, la Sindrome di Parigi, che colpisce chi va a Parigi e non trova quello che cerca: o meglio, non riesce a trovare nella Parigi reale la città idealizzata che ha nei suoi pensieri. Quello che non capita a me è di non sentire realmente, se non nelle mie orecchie, la tipica musichetta malinconica francese con l’immancabile fisarmonica (cliccate QUI per due ore di musica francese tradizionale) ma per il resto la Ville Lumière non tradisce mai le mie aspettative, e questa volta, se possibile, mi è sembrata più bella che mai.

In un precedente articolo (cliccate QUI se non l’avete ancora letto!) vi avevamo suggerito 6 cose da fare a Parigi, e ora  vogliamo proporvene altre cinque per godervi appieno questa città:

7. Soggiornare in un tipico hotel parigino: decisamente il Relais Madeleine in Rue Godot de Mauroy 11bis, a due passi dalla Madeleine, un hotel dal gusto inconfondibile, camere davvero bellissime, personale molto gentile e buonissima colazione. Vi consiglio la Suite n.601 all’ultimo piano (è bellissimo vedere i tetti di Parigi da vicino), che ha a disposizione anche una sauna privata e un balconcino delizioso.

8. Visitare la mostra Christian Dior, couturier du rêve: una delle installazione degli abiti da sera più spettacolari della storia della Maison e delle creazioni presentate nelle campagne del profumo J’adore sono esposte nella galleria del Museo delle Arti Decorative fino al 7 Gennaio 2018, e  illustrano la passione di Christian Dior per i balli e i fasti di Versailles. A questo link tutte le informazioni http://www.lesartsdecoratifs.fr/en/exhibitions/current-events-1322/musee-des-arts-decoratifs/christian-dior-couturier-du-reve/

9. Tenersi pronti quando si apre un portone: i portoni di Parigi spesso nascondono piccoli giardini o angoli segreti. E perché no, fare una capatina all’interno: basta dire S’il vous plaît…?!

10. Fare l’Americano a Parigi: quando ti prende quella irresistibile voglia di hamburger, il ristorante Ralph’s di Ralph Lauren a Saint Germain è l’ideale. Sarete accolti nel tipico stile Ralph Lauren Home, e se il tempo lo permette meglio restare all’aperto.

11. Perdersi nei vicoli del Marais: da Rue Vieille du Temple fino a Place de Vosges, ma non solo.. l’importante è non avere una meta precisa e girare con il naso all’insù. Questo quartiere con le sue vie pittoresche, il suo spirito tipicamente parigino e le tante insegne celebri e non è assolutamente imperdibile.

Vi consigliamo un’altra guida speciale: Avremo sempre Parigi di Serena Dandini. Una guida particolare che racchiude le emozioni, l’amore e le passeggiate sentimentali in disordine alfabetico dell’autrice per Parigi, con moltissime citazioni tratte da libri e film che hanno reso la città immortale, proprio come quella che dà il titolo al libro, tratta dal film Casablanca, quando Rick (Humphrey Bogart, nel suo trench Burberry) dice a Ilsa (Ingrid Bergman) “We’ll always have Paris..” ma non fatemi aggiungere altro e cliccate QUI

E per scoprire tante immagini dei nostri viaggi nella splendida Parigi, collegatevi a Instagram e digitate #valtellinigoestoparis 🙂

Merci, ou revoir!

<3 Didi

NEWS 26 Set - Blog

Piccola Guida: CAPRI

NEWS 14 Apr - Blog

Piccola Guida: COPENHAGEN

NEWS 30 Set - Negozio

La Piuma di Moncler